Deus sive Natura

a 1.000 metri sotto Punta Palai Ortakis ed il suo Nuraghe inviolato dove l’aria marina è rarefatta e sublimata in neve sfolgorante dove in un prodigioso microclima freddo convivono tassi quasi millenari immersi nella musica della cascata di Mularza dove gli agrifogli si sposano a coppie di sette intersecandosi e trapassando ramo con ramo radice con radice, è l’esplosione lussureggiante del sole che illumina la foresta lichenica.

Ortakis – Marghine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.